Pizza e panfocaccia senza glutine

Oggi Proponiamo una ricetta con due varianti, per pizza e un panfocaccia senza glutine, perfettamente adatti ai celiaci.

Ingredienti

  • 1kg di farina senza glutine per pane e paste lievitate
  • 850gr acqua tiepida
  • 1 cubetto di lievito (si può anche arrivare ad uno e mezzo)
  • olio extravergine di oliva
  • farina di riso (utilizzare solo i prodotti elencati nella categoria "farina di riso" del Prontuario dell'A.I.C.)
  • sale

Per la preparazione di due pizze in teglie da 22-24cm e un panfocaccia (teglia da 22cm) le dosi sono:

  • 500gr di farina senza glutine per pane e paste lievitate
  • 450gr acqua
  • 1 busta di lievito di birra (liofilizzato)
  • 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva
  • farina di riso (vale il consiglio dato sopra)
  • sale

Pronti? Iniziamo con l'impasto!

Sciogliere il lievito in una piccola parte della razione d'acqua sopra indicata e versare in una ciotola l'acqua rimanente per aggiungerci il lievito appena sciolto.

Aggiungere farina e olio (è sufficiente un cucchiaio) tenendo a mente che si mettiamo prima la farina dell'acqua si dovrà aggiungere dell'altra acqua poichè solitamente le farine senza glutine assorbono più acqua di quelle normali

Mescolare la farina all'acqua e al lievito dapprima con un cucchiaio, poi servendosi delle spatole in plastica (che rendono più semplice la lavorazione perchè diminuiscono i residui appiccicosi degli impasti)

A questo punto aggiungiamo il sale (in quanto - messo ora - aiuta a rallentare la lievitazione) e mescoliamo il composto con la spatola. Versiamo a pioggia la farina di riso e rovesciamo l'impasto su un piano di lavoro pulito.

Continuiamo ad impastare bene con le mani finchè l'impasto sia piuttosto morbido e ben appiccicoso. Teniamo in parte al piano di lavoro la farina di riso per spargerla non appena l'impasto tende ad incollarsi sulla superficie. Utilizziamo inoltre la farina di riso anche per infarinarsi le mani. Questa farina ha la peculiarità di essere meno volatile di quella normale che si spargerebbe un pò troppo, e assorbe più liquidi quindi potrebbe rivelarsi utile aggiungere ancora acqua all'impasto. La regola è di ottenere un impasto simile alla base pizza o base pane comune. 

Mescolando si comincia ad ottenere un'impasto omogeneo e meno "rugoso". L'impasto comunque deve rimanere sempre ben appiccicoso.

Ora - in base a ciò che vogliamo creare (pizza o pasta) seguiamo le seguenti istruzioni:

Per il pane:

Fate lievitare l'impasto per un'ora, coperto con una ciotola o un coperchio in modo che tenda a rallentare l'asciugamento. Versate poi sul piano di lavoro per dividerlo in pagnotte di dimensioni a piacere (meglio non troppo grandi) aiutandosi con le spatole in plastica e una lieve spruzzata di farina di riso. Adagiare carta da forno sulla teglia e posizionare le pagnotte per farle lievitare in un luogo riparato da luce e spifferi d'aria per un'altra mezz'oretta. Infine infornare e cuocere in base alla modalità del proprio forno. 

Per la pizza:

Stendere la carta forno e coprirla con una spolverata di farina di riso. Stendere l'impasto con il mattarello, avendo cura poi di togliere la farina in eccesso e inserire la carta da forno con l'impasto steso nella teglia, livellandolo se serve. Aggiungere il pomodoro in questa fase, per non seccare la superficie della piazza e lasciar lievitare almeno per un'ora in un luogo riparato da luce e spifferi d'aria. A termine della lievitazione, farcire la pizza secondo i propri gusti, infornare e cuocere come d'uso nel forno. 

I tempi di cottura nel forno elettrico sono circa 20 minuti a 200°, nel microonde (con funzionalità teglia e crisp) per circa 10-12 minuti.

...e Buon Appetito!

Login Blog

Ricette

Iscrizione a
newsletter